smettere di fumare effetti collaterali

Uno dei motivi principali per cui molti fumatori non vogliono smettere di fumare è perché non devono soffrire della temuta sindrome da astinenza.

smettere di fumare effetti collaterali

E questo perché smettere di fumare comporta passare attraverso una serie di effetti collaterali che, mentre la dipendenza da nicotina dura, continuerà ad essere presente. Ogni fumatore vuole sapere come smettere di fumare nel modo più comodo, ma non è mai facile.

Ma per fortuna in questo caso nulla è per sempre e i cambiamenti quando si smette di fumare scompaiono con il passare del tempo.

Ora, cosa succede al tuo corpo quando lo priva di nicotina? Quali cambiamenti dovrete affrontare quando smetterete di fumare? Quali sono gli effetti collaterali della cessazione del fumo sia fisicamente che psicologicamente?

Poi vi diciamo tutto quello che avete bisogno di sapere per smettere di fumare: effetti collaterali, cambiamenti e le conseguenze di smettere di fumare in modo che quando si affronta questo processo si sa cosa aspettarsi.

Tuttavia, ricordate che nessun cambiamento sarà negativo come il tabacco stesso, in modo da scegliere se si preferisce avere un cattivo tempo per un tempo relativamente breve in modo da poter godere di una vita senza fumo per il resto dei vostri giorni, o continuare a fumare mentre si finisce lentamente con la qualità della vita.

Cambia quando si smette di fumare: effetti collaterali fisici e psicologici

Quando si smette di fumare, ci sono spesso una serie di effetti collaterali che possono essere distinti tra fisico e psicologico, e hanno una durata specifica a seconda di ogni persona.

Passare attraverso di loro è normale, ma più si sa cosa consistono di che cosa, meglio sarete in grado di affrontarli quando si smette di fumare. Vi spieghiamo in dettaglio quali sono questi cambiamenti quando si smette di fumare e perché dovrete passare attraverso gli effetti collaterali. Prendete nota!

Smettere di fumare, effetti collaterali: Nicotina dipendenza

Il tabacco e la nicotina hanno un forte potere di dipendenza simile all’ alcol, alla cocaina e alla morfina.

Quando si smette di fumare, il cervello grida fuori per la dose di nicotina che hai usato per avere, ed è quando la privazione di nicotina inizia la danza degli effetti collaterali che tutti gli ex fumatori di solito passare attraverso in misura maggiore o minore.

E una volta che si decide di smettere di fumare, il vostro corpo deve adattarsi a non avere nicotina, e gli effetti collaterali sono semplicemente segni che il vostro corpo si sta adattando a quella mancanza di nicotina.

Se avete provato a smettere prima, allora saprete che questo processo è un po’ spiacevole, ma va avanti in fretta, e che per la maggior parte delle persone gli effetti collaterali durano solo pochi giorni a un paio di settimane – mentre la voglia di fumare può durare un po’ più a lungo e anche diversi mesi.

Durante questo processo è normale per voi avere sintomi di astinenza da nicotina sia fisicamente che mentalmente. Ricordate che uno dei rimedi per palliare questo stato sono i magneti per smettere di fumare. Tuttavia, guardiamo questi sintomi in dettaglio.

Smettere di fumare, effetti collaterali fisici

I cambiamenti nel smettere di fumare sono palpabili, soprattutto fisicamente.

Da un lato, si può sperimentare tremori nelle mani e nei piedi, sudorazione eccessiva, problemi gastrointestinali, crampi intestinali, stitichezza, nausea o mal di testa.

È anche normale che la gola sia asciutta e irritata perché il corpo si sta abituando ad avere meno muco, episodi di tosse perché le ciglia nei polmoni tornano alla normale attività, oltre a pulire i bronchi, o avere afte e persino disturbi del sonno.

Un altro cambiamento fisico nel smettere di fumare è disturbi respiratori, soprattutto raffreddori, ma questo è perché i polmoni stanno rimuovendo.
Inoltre, è anche probabile che guadagni qualche sterlina, ma è una situazione che di solito dura solo pochi mesi.

Precisamente, l’ aumento di peso è uno degli effetti più preoccupanti dopo il fumo per alcuni fumatori, ma questo non è necessariamente il caso per tutti e può essere facilmente combattuto esercitando e scegliendo cibi sani rispetto a quelli che contengono calorie vuote – come cibi pronti, dolci o prodotti da forno industriali.

effetti collaterali smettere di fumare

Smettere di fumare, effetti collaterali psicologici

Quando una persona prende la decisione ferma di smettere di fumare, gli effetti collaterali psicologici non richiedono molto tempo per apparire.

In questo senso, le prime due settimane sono le più difficili, soprattutto i primi tre giorni dopo aver smesso di fumare. Ma per fortuna si stima che dopo 12 settimane i sintomi psicologici di smettere di fumare e gli effetti collaterali scompaiono completamente.

Tra i principali effetti collaterali dell’ abbandono del fumo ci sono irritabilità, ansia e intenso desiderio di fumare. E’ anche possibile che a volte ci si senta depressi – soprattutto all’ inizio – a causa del processo di rimozione della nicotina dal corpo.

Questa depressione iniziale fa parte degli effetti del fumo di tabacco, ed è comune che si manifesti accompagnata da dolore e come se tu avessi davvero perso qualcosa di molto importante.

Se questo accade, basta sopportare questa tristezza e aspettare che la sensazione passi, perché per fortuna non dura a lungo.

Oltre a tutti questi effetti collaterali di smettere di fumare, si può anche sperimentare confusione, insonnia, oscillazioni dell’ umore, o vulnerabilità.

È anche normale per voi sperimentare capogiri occasionali, soprattutto all’ inizio. Questo accade perché quando si smette di fumare, i polmoni assorbono più ossigeno di quanto fossero abituati a, e si può sperimentare vertigini o lieve perdita di equilibrio una o due volte al giorno per i primi giorni e fino a quando il corpo torna al suo stato normale.

Smettere di fumare, effetti collaterali: per quanto tempo durano?

Molte persone che smettono di fumare si chiedono per quanto tempo durano gli effetti collaterali, e la risposta è “dipende”.

Fino a poco tempo fa, si riteneva che gli effetti collaterali della cessazione del fumo e del ritiro fossero durati da due a quattro settimane per la maggior parte delle persone, e da quel momento in poi diminuirono sempre più fino a scomparire completamente.

In realtà, per alcune persone è così e hanno battuto l’ astinenza prima di 21 giorni – o al massimo un mese.

Ma per altre persone, smettendo di fumare gli effetti collaterali possono persistere fino a due mesi e si manifestano per lo più in tre modi diversi:

  • Iniziano con forza e gradualmente ammorbidiscono la loro intensità.
  • Aumentano di intensità fino a raggiungere un periodo di circa 60 giorni e scompaiono quando raggiungono il picco.
  • Essi migliorano nelle prime due settimane e poi rimangono stabili.

Negli ultimi due casi, la gente può pensare che qualcosa sia sbagliato perché con il passare del tempo, gli effetti della smettere di fumare non vanno via.

Per questo motivo, molte persone tendono a soffrire di ricadute ed è quindi molto importante tenere a mente che se capita anche di sentire più spinte a fumare nel corso dei giorni è un processo assolutamente normale e non implica che qualcosa di strano accade, ma è parte del processo di disintossicazione del corpo, privandolo di nicotina.

Inoltre, una volta che la sindrome da ritiro va via, si otterrà la qualità della vita e vivere molto più felice e sano, non dimenticate.

Smettere di fumare, effetti collaterali: come evitarli

Gli effetti collaterali di smettere di fumare sono inevitabili e si dovrebbe passare attraverso di loro. Il migliore? Come potete vedere, di solito non durano più di due settimane o tre mesi a seconda della persona.

Ma la verità è che ci sono alcuni trattamenti di smettere di fumare che pretendono di aiutare a smettere di fumare senza dover subire gli effetti collaterali indesiderati del fumo.

Per esempio, i fautori dell’ agopuntura di smettere di fumare, dell’ ipnosi o dei magneti sostengono che è possibile eliminare la dipendenza da nicotina senza passare attraverso la sindrome di ritiro temuta, così come i farmaci come il bupropione sostengono anche di eliminare le scimmie del tabacco.

Tuttavia, non importa quale metodo si usa per superare la dipendenza dal tabacco, c’ è anche qualcosa che si può fare per combattere gli effetti negativi della smettere di fumare.

Per esempio, si può fare ricorso a qualcosa che funziona molto bene per molte persone perché ti aiuta a diventare consapevole e ti collega direttamente con la tua mente – che, d’ altra parte, è la grande causa della tua sindrome di astinenza. Vi parliamo di esercizi di meditazione e rilassamento.

Vi aiuterà anche a combattere gli effetti della smettere di fumare ogni giorno mangiando troppe fibre come frutta, verdura o cereali. E soprattutto, bere molta acqua; tutto questo vi aiuterà sia a combattere gli effetti collaterali della smettere di fumare ed evitare di guadagnare peso.

smettere di fumare effetti

 

Smettere di fumare, effetti positivi della cessazione del fumo

Naturalmente, ci sono molti effetti positivi dell’ abbandono del fumo fin dal momento stesso in cui si smette di fumare.

  • Dopo 20 minuti dopo aver smesso di fumare, la pressione sanguigna torna normale.
  • A ore 8 l’ ossigeno migliora.
  • A ore 12, il livello di monossido di carbonio nel sangue è normalizzato.
  • Dopo 48 ore di smettere di fumare, le terminazioni nervose iniziano a rigenerarsi e i sensi dell’ olfatto e del gusto cominciano a normalizzarsi.
  • Da due settimane a tre mesi dopo l’ uscita, la circolazione migliora e il camminare diventa più facile. I polmoni lavorano meglio e le ferite guariscono più velocemente.
  • Dopo alcune settimane la pelle viene “reidratata” e ritrova la sua naturale elasticità.
  • I tre mesi successivi migliorano la circolazione e la funzione polmonare.
  • Tra il primo mese e i prossimi 9 mesi vi sentirete più energici e i sintomi legati al fumo come tosse, congestione nasale, stanchezza e mancanza di respiro scompariranno. Avrete meno raffreddori, tosse e respirare meglio.
  • Dopo un anno il rischio di malattie cardiovascolari come l’ infarto cardiaco si riduce del 50%.
  • A 5 anni il rischio di cancro alla bocca, alla gola, all’ esofago e alla vescica è dimezzato.
  • All’ età di 10 anni, si è la metà della probabilità di morire di cancro al polmone e ridurre il rischio di sviluppare il cancro laringeo o pancreatico.
  • All’ età di 15 anni, il rischio di cardiopatia coronarica è lo stesso di un non fumatore.

E tutto questo senza menzionare altri effetti collaterali della cessazione del fumo come questo:

  • Il tuo respiro, vestiti e capelli profumeranno meglio.
  • Le dita e le unghie perderanno il loro colore giallastro.
  • I denti macchiati diventano lentamente più bianchi.
  • Avrete meno rischio di soffrire di disfunzione erettile.
  • La vostra pelle sarà più sana.
  • Si risparmierà denaro, e non solo un po’.

Come ti sentivi di questi cambiamenti quando hai smesso di fumare e gli effetti collaterali della cessazione?

Senza dubbio, ora che sapete quali sono i principali effetti collaterali della cessazione del fumo, potete essere meglio preparati quando questi sintomi si manifestano.

Come con il tentativo di superare qualsiasi dipendenza, uscire dal tabacco può essere costoso e difficile, ma la cosa più importante è essere sicuri e prendere una decisione ferma di smettere perché non funzionerà altrimenti.

Allora scoprite i diversi metodi e terapie che possono aiutarvi a smettere di fumare e smettere di fumare senza effetti collaterali – o almeno ridurli al minimo.

Parlate con il vostro medico curante delle diverse terapie sostitutive della nicotina e dei diversi farmaci disponibili per smettere di fumare, scoprite i rimedi domestici, le terapie come l’ agopuntura o i magneti… Potete anche smettere di fumare con libri, video e persino usando la vostra forza di volontà.

Come potete vedere, non avete alcun motivo per continuare a fumare e molti di smettere così smettere di fumare, trattare con gli effetti collaterali del fumo e fare il passo verso una vita molto più piena.

Pensate che molte persone prima di aver smesso con successo, e che ogni giorno migliaia di persone scelgono di smettere di fumare. E la verità è che finora nessuno è morto per aver smesso di fumare… Ma sono morti per fumo. Si sceglie il lato della scala su cui si desidera essere.

Comenta esta nota!